La Gamma Knife è una strumentazione innovativa che utilizzando i raggi gamma consente il trattamento, non chirurgico, di numerose patologie cerebrali nonché delle aree circostanti. È una metodica non invasiva che non richiede incisioni della scatola cranica, non necessita di anestesia generale ed evita i possibili rischi d’infezione peri e post-operatoria correlati alla chirurgia classica. Nel corso della procedura, la testa del paziente viene ‘immobilizzata’ dall’apposizione di un casco in lega leggera - il casco stereotassico - per mezzo del quale si eseguono gli esami - TC, Risonanza Magnetica, Angiografia digitale - utili a stabilire il punto esatto della lesione da sottoporre a radiochirurgia. In questo modo si attiva un’azione terapeutica meglio conformata e si salvaguardano ulteriormente i centri nervosi critici. Patologie trattate La Gamma Knife non sostituisce ma affianca e integra la chirurgia tradizionale. Trova applicazione nei tumori e nelle malformazioni vascolari intracraniche inferiori ai 3 cm; nelle lesioni non completamente asportate dal neurochirurgo e nelle recidive della malattia. Queste le principali patologie trattate: MAV (malformazioni artero-venose a carico dei vasi sanguigni del cervello) Neurimoni dell’acustico (tumori che colpiscono le cellule di Schwann del nervo vestibolo-cocleare) Meningiomi (tumori originanti dalle cellule delle meningi, l’involucro a protezione del Sistema Nervoso Centrale) Metastati (singole e multiple) Adenomi ipofisari Craniofaringiomi Nevralgia del trigemino (la Gamma Knife si è dimostrata efficace nei pazienti in cui i farmaci non hanno dato esito positivo o già sottoposti a precedenti interventi chirurgici senza risoluzione del problema) Tremore e rigidità da Morbo di Parkinson Epilessia Dolore cronico Pazienti non trattabili con la chirurgia open, perché ad alto rischio operatorio, o perché affetti da lesioni giudicate non raggiungibili tramite le metodiche standard

4Items

Toggle Filters
Count
Sort by
Order