L’ICSI, ovvero iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo, (in lingua inglese Intracytoplasmatic Sperm Injection) è una tecnica di "PMA" (procreazione medicalmente assistita) che consiste nella microiniezione di un singolo (spermatozoo), o di un suo precursore, direttamente nel (citoplasma) ovocitario. Simile per procedimento alla FIVET (fecondazione in vitro e trasferimento embrionario), ma con la sostanziale differenza che nel caso dell'ICSI si superano gli ostacoli della fecondazione dell'ovocita. Infatti, mentre nella FIVET l'ovocita viene messo a contatto con gli spermatozoi, di cui uno penetra spontaneamente in vitro nell'ovocita, nella ICSI lo spermatozoo è micro-iniettato, sotto guida microscopica, all'interno dell'ovocita, mediante un macchinario chiamato micromanipolatore. Con l'inseminazione subzonale (SUZI) messa a punto nel 1989 da Simon Fishel , Severino Antinori e Franco Lisi, si feconda circa il 17% contro il 53% circa dell'iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo.[1] La SUZI può essere considerata la progenitrice della ICSI, e la prima volta in cui si inseriva uno spermatozoo all'interno di un ovocita. (fonte: Wikipedia)

32Items

Toggle Filters
Count
Sort by
Order